Movimento 5 Stelle, Di Maio senza rivali. Si sfilano Di Battista e Fico

Grillo a Roma, attesi incontri

Luigi Di Maio corre di fatto da solo nelle primarie pentastellate. Alle ore 12 è scaduto il termine per la presentazione e l'accettazione delle candidature alle primarie online M5S in vista delle prossime Politiche. E il vice presidente della Camera è l'unico big a scendere in campo. Gli altri candidati - secondo quanto comunicato dal blog di Beppe Grillo - sono, infatti: Cicchetti Vincenzo, Fattori Elena, Frallicciardi Andrea Davide, Ispirato Domenico, Novi Gianmarco, Piseddu Nadia, Zordan Marco: sono i 7 candidati che si propongono oltre a Luigi Di Maio, per la premiership M5s. Il blog avverte che "coloro che hanno sottoposto tempestivamente una candidatura ritenuta priva di tutti i requisiti richiesti, potranno formulare osservazioni o fornire elementi integrativi a prova della sussistenza di detti requisiti entro le ore 15.00 del 19/9/2017". "Io della questione della candidatura a premier ne parlo solo a Italia 5 Stelle, per ora sono impegnato in Sicilia per sostenere Giancarlo Cancelleri a governatore. Dobbiamo vincere in questa Regione e come primo atto dobbiamo tagliare vitalizi e stipendi. Di tutto il resto parlerò sabato a Italia 5 Stelle. Parleremo tutti lì", dice Di Maio sulla sua candidatura a premier a margine di un incontro a Catania. Ad una manciata di minuti dalla scadenza del termine, un suo possibile avversario, Alessandro Di Battista, ha comunicato via facebook che non correrà alle primarie.

Anche Fico non corre - Non presentarsi alle primarie per la candidatura a premier del M5S e far apparire Luigi Di Maio plasticamente come un "highlander": è questa, si spiega nel fronte degli ortodossi, la linea preponderante che emerge, alla scadenza del termine per la candidatura, nell'ala interna al M5S. Una linea che implica la rinuncia a presentarsi di tutti i "big" ortodossi, a cominciare da Roberto Fico e Nicola Morra. Intanto Beppe Grillo è a Roma dove dovrebbe incontrare alcuni esponenti del Movimento. Chiuso nella stanza dell'hotel Forum da ieri sera, Grillo si è presentato da "carcerato" scherzando con i cronisti che, numerosi, lo attendono davanti all'ingresso dell'albergo. Grillo, senza parlare, ad un tratto ha aperto la finestra della sua stanza situata al secondo piano dell'edificio calando la corda fatta da due lenzuola legate ad immagine della sua "detenzione" nell'albergo. Il blog avverte che "coloro che hanno sottoposto tempestivamente una candidatura ritenuta priva di tutti i requisiti richiesti, potranno formulare osservazioni o fornire elementi integrativi a prova della sussistenza di detti requisiti entro le ore 15.00 del 19/9/2017". I giornali volevano delle primarie fiction, noi gli abbiamo dato la realtà. Questo fa il M5S: dare l'opportunità a chiunque di farsi Stato ed occuparsi della cosa pubblica. E' il principio base della democrazia diretta". E' quanto scrive, in un post su facebook, il M5S. "Le primarie del Pd servono a pesarsi e poi a riposizionarsi dentro al partito e nelle correnti. E' una fiction, ma contenti loro. Da noi questo non esiste, nessuno deve pesarsi, nessuno deve spartirsi quote di potere. questa mentalità non ci appartiene", si legge.

Ansa

0 commenti alla notizia
Redazione, 19/09/2017 06:28:32

Lascia il tuo commento

Per vedere il tuo commento pubblicato dovrai validarlo.
Riceverai quindi una mail con un link per validare il commento.

Attenzione: tutti i campi sono obbligatori!

Nome
E-mail pubblica
Il tuo commento
Consenso alla privacy Accetto NON Accetto
Consenso a ricevere
comunicazioni commerciali
Accetto NON Accetto







Scrivi tu il primo commento!