Arezzo la città del sesso a pagamento

Un centinaio "le case dell'amore" che sviluppano un giro di oltre 20milioni di euro all'anno......in nero!

La crisi ha toccato anche il mondo del sesso aretino, nonostante ciò questo mercato sviluppa un giro di affari che supera i 20 milioni di euro all'anno, ovviamente tutti in nero. La prostituzione in città continua a proliferare, in particolar modo grazie ai siti internet, sono circa novanta gli appartamenti in città dove le ragazze si prostituiscono, per un giro di affitti, anche questi spesso pagati in nero, corrispondenti a 60 mila euro al mese, 720 mila in un anno. In essi lavorano 129 professioniste, alcune delle quali in cooperativa, nel senso che si dividono la casa per fare economia. La mappa dei luoghi occupa a macchia d'olio tutte le zone cittadine, dal centro storico a Pescaiola, passando per Meridiana, zona Esselunga, come emerge dalle indicazioni delle escort interpellate per telefono. Tra le 129 squillo ci sono anche 17 transessuali e quattro cosiddette mistress, specializzate nel sesso estremo, da loro decritto con dovizia di particolari nel corso delle chiamate. La maggioranza delle ragazze si trattiene in città per una settimana o al massimo quindici giorni, dopodiché arriva il rimpiazzo che in genere rispetta il principio della nazionalità: una brasiliana per una connazionale e così via. In ogni caso la crisi si fa sentire anche tra le lenzuola, cinque anni fale tariffe andavano da un minimo di 120 euro a un massimo di 200, oggi si va dai 50 ai 120 euro, per una media che si situa intorno agli 80. Ma i calcoli sono presto fatti: la media dichiarata dalle escort è di 7 prestazioni quotidiane che moltiplicate per il numero delle professioniste e per quello dei giorni fa circa 20 milioni.

0 commenti alla notizia
Redazione, 19/05/2012 14:33:27

Lascia il tuo commento

Per vedere il tuo commento pubblicato dovrai validarlo.
Riceverai quindi una mail con un link per validare il commento.

Attenzione: tutti i campi sono obbligatori!

Nome
E-mail pubblica
Il tuo commento
Consenso alla privacy Accetto NON Accetto
Consenso a ricevere
comunicazioni commerciali
Accetto NON Accetto







Scrivi tu il primo commento!